Recensioni

Angelo Rapuano (imprenditore)

Consiglio questo libro per due principali motivi:

1) il primo motivo è perché è diretto senza fronzoli è praticamente un manuale operativo,

2) il secondo motivo è che chi ha scritto il libro non predica quello che ha scritto ma lo pratica.

Connection economy è quell’economia che si basa sulla creazione di connessioni di valore, e non più sul RISULTATO INDUSTRIALE.
Si evidenzia la difficoltà che abbiamo nel praticarla, perché il pensiero convergente prende il sopravvento sul pensiero divergente. Continuiamo a vedere, pensare e fare quello che abbiamo sempre visto, pensato e fatto, il pensiero divergente ti porterebbe a fare cose “strampalate” e questo ai più fa paura. Ma intanto, pur sapendo che stiamo vedendo, pensando e facendo sempre le stesse cose speriamo in risultati diversi. E qui un grande disse: Follia è fare sempre la stessa cosa e aspettarsi risultati diversi.
L’autore invece spiega come il futuro sarà un posto dove chi avrà successo saranno le persone DIVERGENTI e STRAMBE e viene spiegato passo dopo passo cosa fare per diventare “Il Re del mercato”

Andrea Mancini ( dottore commercialista )

Ne ho comprate 10 copie, perché dopo averlo letto non potevo non condividerlo con i miei collaboratori.

Giandomenico Gressoni ( dottore commercialista )

Ho letto il tuo libro, notevole complimenti

Eleonora Buffon ( dottore commercialista )

… senz’altro un Libro da leggere, per capire quanto il Mondo stia cambiando. Buona lettura !

Maurizio Sanavio ( imprenditore )

……..da leggere subito!……….potrebbe essere troppo tardi !!

Esmeralda Trogu ( dottore commercialista )

Questo è uno di quei libri che devi per forza tenere sul comodino, rileggere di tanto in tanto per poterti spronare ad essere molto più creativo di quando non sei ora.
Esempi e consigli utili per chi non vuole uscire dal mercato ed è disposto a combattere (si, essere sul mercato è una lotta continua) con le tecniche utilizzate dai leader di mercato e i segreti che stanno alla base del loro successo.
Tornando al libro che vi sto presentando, il paragrafo ad inizio articolo è estratto dalle prime pagine e secondo me è molto significativo per comprendere poi tutto il resto:
Tutta la natura è caratterizzata da fenomeni ciclici, come l’alternanza del giorno e della notte e le stagioni. La stessa vita sulla Terra segue un corso circolare, nel perenne inseguirsi di nascita e morte. Non a caso, nel nostro immaginario collettivo, la primavera è simbolo di rinascita, mentre l’inverno è simbolo di morte. Persino la vita delle stelle non sfugge alla ciclicità:dalla morte di una stella,molte altre ne nasceranno.
Oggi, ci troviamo nel momento in cui, fra il ghiaccio, cominciano a vedersi i primi timidi germogli della ripresa. A differenza di altre nazioni, come Germania e USA, l’Italia sta stentando, ma l’economia non tarderà a ripartire.
Il rischio è la chiave di volta per andare avanti: rimanere nella regione di sicurezza non ti permette di uscire dal guscio, ma solo di puntare per sempre verso il declino. Rischiare, sbagliare, insistere e continuare a sbagliare, ti permetterà prima o poi di arrivare al successo che meriti.
Perchè il duro lavoro prima o dopo viene sempre ripagato.
A conclusione di tutto ti invito quindi a leggere questo libro, ti permetterà di aprire gli occhi sulla realtà che ti circonda, e di riflettere molto anche e forse sulla nostra attività professionale.

Claudio Bosso ( cliente Amazon )
Ottimo libro! Non avevo dubbi sulla bravura e competenza di Simone avendo già partecipato ad una sua conferenza. Bravo!
Roberto Capucci

Egr. Prof. Simone Brancozzi buongiorno;
dopo aver letto Connection Economy, si è rimesso in moto il cervello!
Tante nuove idee e una gran voglia di applicarle.
La tutela della salute con Mba è una passione, ho voglia di parlarne con tutti!
Grazie!

ALCUNE VIDEO TESTIMONIANZE DAI MIEI EVENTI SULLA CONNECTION ECONOMY